L’olio d’oliva:bontà e benessere della nostra terra.

Ormai è risaputo che questo “tesoro della tavola italiana”è un alimento indispensabile per insaporire e rendere salutari i piatti che consumiamo nella nostra dieta quotidiana.Grazie all’alta concentrazione di acidi grassi,è l’alimento più indicato per chi soffre di colesterolo alto.La sua alta concentrazione di antiossidanti previene l’invecchiamento precoce delle cellule.Ricco di vitamina E,è un alimento importante per la prevenzione dell’osteoporosi e per la salute delle ossa in generale.Il suo uso è consigliato nella dieta dei bambini in quanto contribuisce all’accrescimento ed a rafforzare il sistema immunitario.Utilizzato crudo mantiene inalterate le sue qualità ed anche la cottura non ne altera sostanzialmente le caratteristiche organolettiche.L’unica cura a cui bisogna prestare attenzione particolare è la sua conservazione.L’olio d’oliva,come tutti gli alimenti,va conservato in luogo fresco ed asciutto e al riparo dai raggi solari.Inoltre,va tenuto preferibilmente in recipienti di vetro o di latta e non in recipienti di plastica.Di solito si conserva per circa 18 mesi ma se conservato bene in luoghi freschi,asciutti e bui può conservarsi per un periodo più lungo. Quando la sua acidità è inferiore allo 0.8% è detto “Extravergine” Se la sua acidità non supera il 2% è detto “Vergine”.

Estate a tutto Spritz

Lo Spritz è divenuto l’aperitivo preferito di noi Italiani perchè leggero in alcool e dal sapore piacevole,non eccessivamente dolce e con un gusto leggermente amarognolo.Di solito è un aperitivo pre-cena ma,specie d’estate,sono sempre di più quelli che lo preferiscono anche come aperitivo pre-pranzo.Si consiglia di consumarlo sempre accompagnato con stuzzichini in modo che,pur avendo una gradazione alcolica bassa,non provochi ubriachezza.Piccola pillola di storia:Lo spritz è originario del Triveneto e sembra che le origini risalgano al 1700/800 e che il nome derivi dall’austriaco e significherebbe spruzzare.Infatti,i soldati austriaci presenti all’epoca in quella zona d’Italia sembra che per allegerire la gradazione alcolica dei vini veneti li diluissero (spruzzassero) con un’acqua molto frizzante(seltz) Da qui l’origine del nome Spritz.
Lo spritz di solito lo si consuma nei locali ma se organizzate una festa tra amici lo potreste preparare anche voi poichè è molto facile da preparare.Vi proponiamo la ricetta più utizzata con le varianti più comuni.
INGREDIENTI:
-1/3 di Aperol o campari
-1/3 di prosecco o vino bianco secco
-1/3 di acqua frizzante
-ghiaccio in abbondanza (5-6 cubetti per bicchiere)
-1 fettina di arancia (in Veneto in molti al posto dell’arancia mettono 1/2 olive verdi)
Preparazione:
Utilizzate un bicchiere ampio,quello grande da vino è di solito quello più utizzato.
Mettete nel bicchiere 5-6 cubetti di ghiaccio.
Aggiungete 1/3 di aperol o campari
Aggiungete 1/3 di prosecco o vino bianco secco.
Aggiungete 1/3 di acqua frizzante.
-Mescolate in modo da avere un composto omogeneo.
Aggiungete la fetta d’arancia.Mescolate un altro pò leggermente…E Voilà lo Spritz è pronto!
E Alla Nostra! E alla faccia di chi ci vuole male!

Mangiare fichi è Fico!

Frutti calabresi estivi per eccellenza sono un toccasana per la salute di adulti e bambini.I fichi sono frutti ricchi di benefici che li rendono degli ottimi alleati per il corpo. Sono frutti molto zuccherini ma non eccessivamente calorici, poveri in grassi ma ricchi di fibre e sali minerali. Ricchi di fibre e di zuccheri sono un alleato dell’intestino in quanto favoriscono la digestione. contengono, infatti, degli enzimi in grado di aiutare l’assimilazione degli alimenti e di sostanze quali calcio, ferro, potassio, manganese e vitamine, tra cui la vitamina A, la B1, la B2, la B6, la PP e la vitamina C.La loro ricchezza di fibre combatte la stitichezza.Ricchi di calcio, sono ottimi per le ossa, e grazie al contenuto di polifenoli (antiossidanti naturali) aiutano a combattere i radicali liberi e l’invecchiamento precoce. Questi frutti hanno, inoltre, delle ottime proprietà antinfiammatorie.Possono essere Usati come impacco su ascessi, gonfiori e foruncoli.Inoltre,il suo latte bianco(il succo che fuoriesce dal gambo) è un toccasana per alleviare l’infiammazione da morsi da insetti,specie di api e calabroni.I fichi sono ottimi frutti da usare anche nelle diete dimagranti in quanto oltre ai benefici legati alla loro ricchezza di vitamine e sali minerali,sono alimenti ipocalorici.Contengono solo 74 calorie per 100 grammi di frutto.Cosa diversa sono invece i fichi secchi che sono di gran lunga più ipercalorici.Quindi,Mangiare fichi…è FICO!

What’s Up on the beach?

Questa foto stà facendo,ormai da qualche anno,il giro del web.Solo che negli anni scorsi non riceveva tante condivisioni sui social e sui siti,mentre invece quest’anno sembra essere candidata a diventare la foto “virale”dell’estate.Molti la stanno impostando come immagine schermo del loro cellulare.Ma dove sarà stata mai scattata questa foto?Molti dicono in America,altri in Italia e c’è persino chi afferma di aver intravisto il simpatico nonnetto schiacciare pennichelle in molte spiagge della Calabria.Sarà lui o sarà un sosia o emulatori?Nel caso in cui lo avvistiate anche Voi,non esitate a farvi un selfie con il “Simpaticone dell’estate” e naturalmente postatela sui social.Potreste diventare “virali”anche voi!

Fatti una nuotatina salutare

Al mare o in piscina,praticare il nuoto è un toccasana per la salute.Il nuoto è secondo i medici l’esercizio fisico più salutare che possiamo fare per il nostro benessere fisico e psichico.Per chi non lo avesse mai praticato o per chi lo pratica poco,l’estate è il periodo migliore per iniziare o riprenderlo.I benefici che esso apporta sono molteplici.Innanzitutto,è utile per eliminare la massa grassa ed aumentare quella magra sotto forma di muscoli.E’ utilissimo per l’apparato scheletrico perchè coinvolge gran parte dei muscoli e delle ossa che lo compongono,contribuendo a correggere errori di postura.Contribuisce ad abbassare i livelli del colesterolo e a migliorare la circolazione.E’ un ottimo antistress,apportando benefici simili a quelli dello yoga.Inoltre,migliora la respirazione e favorisce il sonno.Naturalmente,se decidete di iniziare a fare nuoto iniziate in modo da non sforzarvi e stancarvi troppo.Iniziate con una nuotatina da 10 minuti al giorno e poi aumentate la durata di 5 minuti per volta.All’inizio anche 10 minuti vi stancheranno ma nel giro di qualche giorno non sentirete più la fatica,ed allora potrete passare a 20 minuti e così via.Di solito già 20/30 minuti di nuoto estivo al giorno bastano per godere dei suoi benefici.Un’altra cosa importante da fare è quella di variare “gli stili” del nuoto.Ad esempio nuotando 5 minuti in avanti,altri 5 in stile rana,5 all’indietro ecc.Una volta finita l’estate se vi è possibile continuate andando 2/3 volte la settimana in piscina.Se non vi è possibile,non disperate,continuate a mantenervi in forma con altri sport,scegliendo quello più adatto alle vostre esigenze.

 

La prucchiacca è buona e fà bene

E’ propio il caso di dirlo.Questa pianta spontanea tipica del periodo estivo,il cui nome scientifico è “Portulaca oleracea” oltre ad essere buona fà anche molto bene alla salute.

La si trova di solito negli orti di campagna in mezzo agli altri ortaggi poichè ha bisogno di molta acqua per crescere.E’ difficile trovarla nei mercatini della frutta perchè di solito non è commercializzata.Quindi non tutti hanno la fortuna di poterla mangiare.Viene consumata esclusivamente cruda in insalata.Per chi non l’avesse mai provata e vuole farlo per la prima volta,ecco una ricetta semplice e veloce.
Insalata di prucchiacca:
Igredienti per 4 persone,
-400 g di prucchiacche
-cipolla
-olio,aceto e sale.
Preparazione: Lavate e staccate i “ciuffi” della pianta dal gambo principale (di solito è duro e quindi non buono da mangiare)Aggiungete mezza cipolla e condite con olio,sale e aceto(meglio se balsamico) a vostro piacimento.Alcuni preferiscono aggiungervi anche dei pomodori.Fate secondo i Vostri gusti e Buon appetito!

Abbronzarsi bene è salutare

L’abbronzatura è la pratica di bellezza più amata sia da uomini che da donne ma affinchè essa sia esteticamente piacevole e senza rischi per la salute,bisogna seguire delle buone pratiche.Innanzitutto,è bene ricordare che l’abbronzatura è una reazione di difesa dell’organismo contro i raggi ultravioletti del sole.Quindi sappiamo ormai tutti cosa può significare una eccessiva esposizione al sole.Non allarmiamoci però,perchè i raggi solari stimolano anche la produzione di Vitamina D,molto utile al nostro sistema immunitario.Quindi seguendo delle buone pratiche può essere oltre che esteticamente piacevole anche salutare.Innanzitutto,bisogna proteggere la pelle con una crema abbronzante che va scelta secondo il colorito della propia carnagione.Per comprare quella giusta,è sempre bene leggere le indicazioni riportate sulle etichette delle case produttrici o meglio chiedere consiglio al farmacista su quella con il fattore protettivo più adatto alle propie esigenze. Secondo,evitare di esporsi ai raggi diretti del sole nelle ore più calde della giornata che vanno dalle 12:00 alle 16:00.L’orario più giusto per prendere il sole è quello che và dalle 7:00 alle 10:00.Evitate,anche se vi proteggete con buone creme,le “Maratone Abbronzanti” ovvero,passare molte ore della giornata sotto il sole per abbronzarsi più velocemente.Ricordate sempre che le creme limitano ma non eliminano gli effetti negativi dei raggi ultravioletti.Inoltre,molti studi hanno dimostrato che un’abbronzature lenta e graduale oltre che apportare benefici all’organismo,dura anche molto di più di quella presa “velocemente”.Nell’esporvi al sole,inoltre,è buona pratica proteggere testa,occhi e parti intime poichè sono quelle più sensibili alle azioni negative del sole e del calore.Ultimo accorgimento,idratatevi spesso bevendo molta acqua ed evitate bevande alcoliche.Quelle “Sbronzano” e non abbronzano…

Saluti da Castrovillari

Castrovillari è una moderna cittadina di circa 23.000 abitanti della provincia di Cosenza.E’ situata sul massiccio del Monte Pollino.Facilmente raggiungibile dalla Salerno-Reggio(svincolo Frascineto).Dista dallo Jonio circa 30 KM.E’ una città culturalmente attiva.Tra gli eventi che si tengono nella città,merita di essere menzionato il Carnevale (uno dei più famosi della provincia di Cosenza) e il Festival Internazionale del Folklore che si tiene ogni anno in Estate(di solito Agosto-settembre) Tra i luoghi di interesse da visitare vi segnaliamo:La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli,La Basilica monumentale di S. Giuliano,Il Protoconvento Francescano(fatto costruire dal beato Pietro Cathin nel 1220).La Cappella di S. Rocco,La Chiesa di S. Maria delle Grazie,La Chiesa dei Sacri Cuori,La Chiesa della SS. Trinità,Il Santuario della Madonna del Castello,Il castello Aragonese (eretto nel 1490 D.C.)

Gusta la Calabria!

Se sei in Calabria per vacanza o per altro,ecco un menù a base di piatti tipici che devi assolutamente provare:

-Antipasto a base di salumi e formaggi calabresi:Di solito i nostri ristoratori li condiscono con soppressata,salsiccia,capicollo,nduja,caciocavallo,pecorino,formaggi vaccini,sott’oli a base di melanzane,pomodori secchi,olive e mozzarelline.Naturalmente tutti “Made in Calabria”e quasi tutti a marchio DOP.

-Fusilli con sugo ai funghi o con salsiccia calabrese.Ci sono ristoratori che fanno i fusilli a mano in modo artigianale ma anche quelli prodotti dai tanti produttori di pasta fresca sono buonissimi.

-Agnello allevato nei pascoli calabresi con patate,rosmarino e odori al forno.

-Se preferisci la pizza,ti consigliamo quella con salsiccia calabrese e cipolla di tropea o quella con la nduja.

Per i contorni e la frutta affidati pure alle insalate ed ai prodotti di stagione dell’orto calabrese.Di solito sono poco trattati e prodotti secondo le tradizioni contadine locali.

Se amate il vino lasciatevi consigliare dal ristoratore su quelli locali.Infatti,tante sono le produzioni locali che producono un vino da tavola buonissimo.

Questo è uno dei primi menù che vi suggeriamo e naturalmente ne seguiranno altri.

Scroll to top